home  message  polyvore   my photo   my face   archive   theme  


Hi i'm Hannie i'm eighteen and i live near Milan (italy). Ask me what you want, i don't bite :)

Il giorno brucia e diventa notte. Brucia l’orlo della mia anima, nella notte io mi frantumo in scintille di soli e divento l’estremità del fuoco, la polvere delle ossa. La notte trafigge il mio respiro, inghiotte intera la mia lingua. Inversione, retromarcia. Ritorno nella notte, vedo il reale, celato nella sgargiante menzogna del giorno. Occhi cuciti, i denti sorridono bianchi, il sonno cammina e parla e i piedi battono il tempo di un ritmo senza percussioni.

«Spero che un giorno troverai tutte le mie citazioni, tutte le mie parole, e le leggerai. Spero saprai che sono tutte su di te.»

stavo pensando no, mentre giravo su fb prendendomi male per varie brutte persone, voi dite mai a voi stessi, “ti voglio bene”? Io penso di non averlo mai fatto..

ho poca autostima in tutto, ho poca fiducia di me il più delle volte, la realtà infondo poi è che non penso mai a me. Voglio dire, se mi ammalo okkei, mi scoccia di non poter fare determinate cose, ma non mi dispero, non mi preoccupo, a differenza se si ammala qualcuno che amo, sono la prima a disperarsi.

Siete mai saliti sulle montagne russe? Ecco, avete presente l’ansia che sale prima di iniziare il giro? Io ne sono piena fino ai capelli, ma in realtà più che preoccuparmi che il mio seggiolino sia allacciato bene, mi preoccupo per quello di chi è a fianco a me, di chi amo. Forse in modo anche troppo morboso.. 

E a rivedere tutta questa gente (maledetto facebook, è per questo che amo tumblr), mi chiedo, perchè devo solo assorbire il male che mi hanno fatto, superarlo e basta? Perchè devo solo farmi dare della merda e altri insulti infondanti, difendermi e non fare nient’altro?

Da oggi giuro, giuro di iniziare a dirmi almeno una volta al giorno che mi voglio bene. Che ho fiducia in me, e che sono una bella persona. E magari così anche il mio stomaco andrà a posto, visto che fa tanto preoccupare gli altri e non me, magari inzierò a preoccuparmi anch’io. 

(Fonte: ourlifeisinhd)

©